domenica 22 marzo 2009

Gran torino e grandissimo Eastwood

Non sono mai stato un fan di Clint Eastwood, anzi credo che questo sia il primo film suo che vedo.
La sua faccia però la conosciamo tutti, sappiamo che è un duro, anzi IL duro e in questo film lo si percepisce come tale anche se ha quasi 80 anni...
Film semplice, diretto, eppure così sorprendente: avete mai visto, in altri film, quei classici reduci che prendono a fucilate i teppisti di turno?
E se provassimo a metterci nei loro panni questa volta? Forse scopriremmo che non c'è solo intolleranza e attaccamento maniacale alla patria dietro i loro gesti, forse si potrebbe pensare ad una storia dove il repubblicano, texano pazzo può cambiare e redimersi...o no?
Se poi provano anche a rubargli la sua Gran torino del '70 le cose potrebbero farsi molto serie.
Non voglio certo fare spoiler, per cui dico solo che da una trama semplice nasce un film che è quasi un capolavoro, merito anche dell'interpretazione del nonnetto (non mi esprimerei così se lo avessi di fronte).
Consigliatissimo.

Blog-spot! Preview:
Lunedì in arrivo UNIEURO


3 commenti:

  1. ciao
    è veramente bello questo film...

    grazie di essere passato da me e ....^_____________^ buon inizio settimana

    RispondiElimina
  2. lostudenteatipico24 marzo 2009 18:40

    Il film è veramente figo.
    Cmq Clint Eastwood in 'sto film non sta proprio bene fisicamente! Ha due grandi "anomalie": palle d'acciaio e una salivazione quantomeno alterata.

    RispondiElimina
  3. Ho visto il trailer e non sapevo che pensare... la trama mi lascia perplessa, ma non sei la prima persona che ne parla bene! Sono curiosa...

    RispondiElimina